Le Nostre Recensioni

Lettori fissi

Un imprevisto chiamato amore di Anna Premoli - Recensione -



Serie: -

Autore: Anna Premoli

Editore: Newton Compton Editori

Genere: Contemporary Romance, Romanzi rosa


Amazon



Sinossi

Jordan ha collezionato una serie di esperienze disastrose con gli uomini. Consapevole di avere una sola caratteristica positiva dalla sua parte, ovvero una bellezza appariscente e indiscutibile, è arrivata a New York intenzionata a darsi da fare per realizzare il suo geniale piano. Il primo vero progetto della sua vita, finora disorganizzata: sposare un medico di successo. Jordan ha studiato la questione in tutte le sue possibili sfaccettature e, preoccupata per le spese da sostenere per la madre malata, si è convinta di poter essere la perfetta terza moglie di un primario benestante piuttosto avanti con gli anni. Ma nel suo piano perfetto non era previsto di svenire, il primo giorno di lavoro nella caffetteria di fronte all’ospedale, ai piedi del dottor Rory Pittman. Ancora specializzando, per niente ricco, molto esigente e tutt’altro che adatto per raggiungere il suo obiettivo...





Ho gli occhi a cuoricino, un romanzo romantico, divertente ed emozionante. Un mix che proprio per me non deve mancare, stupendo davvero e tanti complimenti all’autrice!


“Che ragazza completamente fuori di testa. Di solito le scalatrici sociali e le mogli trofeo sono più discrete. Nascondono piuttosto bene il loro scopo nella vita. Ma non Jordan, che lo ha annunciato in modo così comico da sembrare quasi irreale.E invece era seria.”


Jordan Walsh è una ragazza schietta e un tipino tutto particolare, si definisce una fallita e stupida senza cervello che non è in grado di fare nulla di buono nella vita se non la cameriera. Sempre a detta sua, l’unica cosa che possiede su cui ha potuto fare affidamento nei suoi ventisei anni di età, è la bellezza esteriore, ma come dice sempre, questa è destinata a svanire da un momento all’altro. Jordan non ha avuto una vita molto facile e ora come ora non se la sta passando bene visto che è al verde e ha bisogno di aiutare sua madre malata di Alzheimer. Anche perché la clinica in cui è ricoverata costa e più si va avanti col tempo e più lei ha bisogno di assistenza specializzata. Ma Jordan ha elaborato un piano che le permetterà finalmente di avere una vita felice con una stabilità economica coi fiocchi: sposarsi un medico, magari anche pluridivorziato intorno alla cinquantina e soprattutto che sia ricco. Infatti, dalla Carolina del Sud si trasferisce a New York e caso vuole che trova subito lavoro come cameriera in una caffetteria frequentata da medici, situata proprio di fronte al Presbyterian Weill Cornell Medical Center. Non era però previsto che svenisse a causa di un attacco di peritonite proprio davanti allo specializzando e per niente ricco Rory Pittman.

“«Lei è un dottore, vero?», gli chiedo per scrupolo, non appena mi riprendo. Ancora un sorriso da parte sua. Potrebbe produrre elettricità con quel sorriso. «Così dicono..», risponde ironico. «Chi lo dice?», incalzo diffidente. «Quelli che mi hanno rilasciato il diploma di laurea». «Mai visto un medico così bello», replico con una strana ostinazione e un tono vagamente accusatorio.”



Rory è attraente, bellissimo che avrebbe potuto benissimo permettersi di fare il modello, ma lui è innamorato del lavoro che svolge, per lui salvare vite è la cosa più importante che ci possa essere e mette tutto il resto al secondo posto. Jordan lo scarta subito dal suo piano e iniziano fin da subito una sorta di amicizia in cui lei gli racconta tutto quello che è intenzionata a fare. Non voglio dire altro per non rovinarvi la lettura, ma una cosa la voglio affermare: cosa accadrà andando avanti, soprattutto quando lei finalmente riuscirà a trovare il suo bel mediconzolo divorziato da due mogli e ricco?! Bè, leggetelo e lo saprete! :D 

«A te importa sempre di tutto», gli faccio presente.«A quanto pare, quasi tutto. Tu, signorina Walsh, sei stata dal primo istante una grossa spina nel fianco»Me lo dice sorridendo, mettendo in evidenza i suoi denti perfetti. E le labbra…cielo che labbra che ha.”



Ho amato la schiettezza di Jordan, la sua cocciutaggine e l’essere forte dopo tutto quello che le sta capitando, ma ancora di più ho amato il nostro protagonista. Un tenerone, sempre pronto a salvare tutti e non preoccuparsi di se stesso. L’atteggiamento che ha tenuto  nei confronti della nostra eroina poi è stato un incanto.
Anna Premoli è sempre un piacere leggerla, ha uno stile pulito e frizzante e questo romanzo non è da meno con la sua vena romantica e spassosa. Fin da subito mi aveva intrigata moltissimo la trama e, grazie alla Newton, ho avuto il piacere di leggerlo in anteprima, veramente un bellissimo libro con personaggi fortissimi e narrazione a POV alternati.
Consigliato!










Commenti

Post popolari in questo blog

Miss Oro nero (Sinners Series Vol.2) di Charlotte Lays - Recensione -

Ancora un po' di Charlie di Melissa Pratelli -Recensione-

Taboo di Ava Lohan - Recensione -