Le Nostre Recensioni

Lettori fissi

La cosa più bella che ho di K.A. Tucker - Recensione in Anteprima -


Serie: vol.3 Burying Water
Autrice: K.A. Tucker
Editore: Newton Compton Editori
Genere: New Adult, Romanzi rosa
Data uscita: 10 Maggio 2017
Amazon


Sinossi

Amber Welles ha venticinque anni e un gran bisogno di uscire dagli stretti e rassicuranti confini della cittadina dell’Oregon in cui è cresciuta. Quando finalmente, armata dei risparmi di due anni, può partire alla scoperta del mondo, è pronta a tutto. Tranne che a morire a Dublino. Eppure, se non fosse stato per il coraggio di un estraneo, sarebbe finita proprio così. Amber gli deve la vita, ma il ragazzo scompare prima che lei possa ringraziarlo.
River Delaney, ventiquattro anni, è molto scosso. Nessuno doveva farsi male. Ma poi è arrivata quella turista americana. Non poteva lasciarla morire, ma non poteva rischiare di essere identificato sulla scena, quindi è scappato. È tornato alla sua quotidianità, a gestire il pub di famiglia. Ma la vita di tutti i giorni sta diventando sempre più complicata, per colpa di suo fratello Aengus e le sue associazioni a delinquere. Quando la ragazza americana lo rintraccia, River si accorge di essere pericolosamente attratto da lei. E averla intorno è un rischio che non è disposto a correre. La cosa migliore da fare sarebbe allontanarla, ma non è facile respingere qualcuno che ossessiona i tuoi pensieri…
Avete voglia di trascorrere un po' di tempo a spasso per l’Irlanda? Se poi ci mettiamo che questo libro è scritto dalla Tucker, l’autrice della meravigliosa serie “Dieci piccoli respiri”, cosa ne pensate? Venite a scoprire se vi può interessare allora!
“Ma mi ha salvato la vita, ha corso un pericolo per proteggermi. Forse chi è
innocente non fugge, ma un attentatore le vite non le salva.”
 Il sogno dell’infermiera Amber Welles è quello di trascorrere quattro mesi all’estero per visitare il mondo e, una delle mete che vuole girare è proprio l’Irlanda. Proprio quando sta visitando quest’ultimo paese, una mattina si ritrova in mezzo ad un attacco terroristico (l’IRA, di cui all’inizio del libro, nella “nota dell’autrice”,  viene spiegata bene la storia, vi consiglio di leggerla!), ma fortunatamente viene salvata da River Delaney. Inizia così la loro storia fatta di dubbi e segreti che verranno svelati poco per volta con personaggi secondari di contorno, che poi così tanto di contorno non sono.
“Non ho dimenticato quell’uomo. A dire il vero, negli ultimi due giorni ha occupato i miei pensieri più di qualsiasi altra cosa di quella disastrosa mattinata.”
 Amber è la classica brava ragazza della situazione, ed essendo anche figlia dello sceriffo dell’Oregon, è una che rispetta le regole. Però la storia cambia quando conosce River, un ragazzo di ventiquattro anni che tiene enormemente alla sua famiglia e farebbe qualsiasi cosa per loro. Ha avuto un passato difficile facendo degli errori, e tutt’ora comunque sta passando dei guai per colpa di un personaggio a lui vicino. 
I protagonisti mi sono piaciuti molto, soprattutto River:  l’ho amato specie alla fine del libro per la forza che ha avuto a fare quello che bisognava fare. Non dico di più perché non voglio assolutamente rovinarvi la lettura.
Anche i personaggi secondari come il fratello minore di River, Rowen e anche Ivy, la nemica/amica di Amber, sono stati eccezionali.
“«No. Voglio solo che tu…». Appoggio la mia fronte sulla sua. Cos’è che voglio,
esattamente? Perché, quando lo dice in quel modo, mi sento stupido per averglielo anche solo suggerito. «Voglio che torni a guardarmi come facevi prima. Voglio che tu mi ritenga una bella persona. Voglio che tu mi voglia ancora». Mi blocco, all’improvviso mi sento vulnerabile. «Vuoi?».”
 La scrittura della Tucker come sempre l’ho trovata impeccabile con la narrazione a POV alternati e per quanto riguarda il libro, mi è piaciuto a parti, ossia: la prima parte mi aveva intrigata tantissimo, volevo capire bene la storia e come l’autrice cercava di svilupparla; la seconda parte è un ni, la lettura ha perso un po' di pathos; la terza e ultima parte invece, è quella che ho preferito facendomi arrivare a capire che voto dare a questa storia. Quindi alla fine è un buon libro scritto da un’autrice spettacolare!
Consigliato!


Della stessa serie Burying Water:
1- 99 giorni;
2- La ragazza che amava la pioggia;
3- La cosa più bella che ho;
4- Surviving Ice (inedito).

Commenti

Post popolari in questo blog

E' tutto qui di Melissa Pratelli -Recensione-

Wild Lake di Bianca Ferrari -Recensione-

Odyssea, Oltre il coraggio del sacrificio (Vol.4) di Amabile Giusti - Recensione -