Le Nostre Recensioni

Lettori fissi

La musica nelle tue parole (5 sensi Vol.2) di Serena Nobile - Recensione -

Serie: 5 sensi Vol. 2
Autore: Serena Nobile
Editore: Harper Collins
Genere: Contemporary Romance, Romanzi Rosa
Amazon


Sinossi

Giovane ed esuberante soprano, Vittoria incarna la sensuale passionalità della terra in cui è nata e cresciuta, e ora incede sicura sul palco del San Carlo di Napoli come una diva d'altri tempi. L'unica persona che riesce a scalfire il suo aplomb è Lorenzo, posato e schivo quanto lei è egocentrica e spumeggiante. Sono diversi come il sole e la luna e vanno tutt'altro che d'accordo, eppure la voce vellutata del giovane tenore accende dentro di lei un'emozione bruciante che la turba al punto da farle perdere il controllo. 
Quando qualcuno si introduce in casa sua e lascia sul piatto del giradischi un vinile che lei è certa di non aver ascoltato, il passato che ha legato indissolubilmente la sua vita a quella delle sue più care amiche torna a perseguitarla. Di colpo la sicurezza dietro cui si è sempre nascosta svanisce, rivelando una ragazza fragile e dolce che desidera solo essere amata e protetta. Così Lorenzo, colpito da quel cambiamento, la porta via con sé, e in una notte di follia emerge tutto il desiderio che covava sotto l'apparente ostilità. 

Resistere è impossibile, dimenticare inaccettabile, e il pericolo si prepara a emergere dall'ombra.

“Era l’uomo più enigmatico che avesse conosciuto o forse era lei a non essere riuscita a interpretarlo. Controllato, corretto all’inverosimile, con un’educazione d’altri tempi; nonostante la gentilezza, i suoi modi
distaccati lo ponevano su un altro livello.Irraggiungibile.”
Eccoci arrivati al secondo volume della saga della Nobile, un libro che ci parla di Napoli con due protagonisti peperini, ci parla di musica, ci racconta l’odio che si trasforma in amore e ci parla in modo più approfondito dell’evolversi del mistero che incontriamo nel primo romanzo. Veramente bello e scritto divinamente!
“«Mi detesti davvero così tanto?». «Non ti detesto. Ho l’orticaria quando mi stai intorno. Niente di personale: le reazioni allergiche non lo sono.»”
Vittoria e Lorenzo hanno entrambi la passione della lirica, si conoscono da quando erano ragazzi e dal primo momento è stato un non soffrirsi a vicenda. Solo per amore dei loro genitori, visto che la madre di lei si è sposata con il padre di Lorenzo, hanno cercato di tollerarsi. Vittoria ha sempre provato un senso di inadeguatezza stare vicino a lui che l’ha portata a provare questo sentimento, fin dalla prima volta che i due si sono incontrati, quando Vittoria era già a disagio col proprio corpo formoso e l’apparecchio ai denti. Nonostante questo, lei rimase affascinata dalla perfezione di questo ragazzo ma purtroppo le aveva anche trasmesso involontariamente il fatto di vergognarsi di se stessa. Per Vittoria, Lorenzo era ed è ancora un passo avanti rispetto a lei con la sua bellezza e la voce profonda che ha continuato in tutti questi anni a intimorirla. Peccato che ora le tocchi lavorare insieme a lui per rappresentare “La Tosca” a teatro, preparatevi a battutine taglienti perché ne vedrete delle belle!
“«Chi ha sgonfiato le gomme della mia macchina il giorno del primo incontro con il cast?» Vittoria sorrise. «Chi ha disdetto l’appuntamento con il mio agopunturista?» «Tu non hai un agopunturista.» «Ma tu non potevi saperlo quando hai chiamato, no?» «Hai cercato di accoltellarmi durante lo spettacolo di Taormina!» «Mi hanno detto di darti il coltello che avevi dimenticato e non mi andava di arrivare in mezzo al palcoscenico. E poi avevi uno scudo.»”
Vittoria è una donna forte, schietta, una grande presenza scenica e una bella voce, stupenda con un fisico appunto prorompente che aveva attirato subito l’attenzione di Lorenzo (cosa che lei pensava il contrario). Ma lui si era sentito subito rifiutato da lei, poteva essere un’amica ma Vittoria non gli aveva dato possibilità.

Lorenzo è perfetto in tutto e per tutto, bello sia dentro che fuori, mooolto paziente per tutte le cose che gli fa Vittoria e un uomo protettivo. Li ho adorati insieme, mi hanno emozionata molte volte, bellissimo quando cantano insieme dei versi d’amore per le vie di Napoli.
“«Amo la tua voce. L’ho sempre amata anche se a volte, ascoltandola, mi sono ricordato di quanto fosse esasperante la sua proprietaria.» Vittoria sorrise e lui sembrò sollevato.”
Il “problema Ludovica”, come dicevo prima, è un po' più approfondito ma continua a esserci del mistero che proseguirà nei prossimi libri e fa si che, oltre alla storia d’amore, ti porti a voler continuare per vedere come va a finire!
Come sempre, la Nobile scrive in modo impeccabile e solo per questo non dovete farvelo scappare, è bravissima. Sto già fremendo per avere già il terzo di questa saga! Leggeteli, non ve ne pentirete!


Serie 5 Sensi:
1- Quello che i tuoi occhi nascondono (qui recensione);
2- La musica nelle tue parole;
3- Inedito;
4- Inedito;


Commenti

Post popolari in questo blog

Il Viandante (The Traveling Vol.1) di Jane Harvey-Berrick - Recensione -

Sospiri nel buio (KGI Series vol.4) di Maya Banks -recensione-

Come inciampare nel principe azzurro di Anna Premoli - Recensione -