Le Nostre Recensioni

Lettori fissi

Recensione in anteprima - Un Altro giorno ancora di Bianca Marconero

Serie: -
Autore: Bianca Marconero
Editore: Newton Compton Editori
Genere: Romanzi rosa, YA
Amazon


Sinossi

Dall’autrice del bestseller La prima cosa bella

I sentimenti sono come i fiori selvatici. Crescono dove meno te l’aspetti. 


Elisa Hoffman ha imparato presto a cavarsela da sola. Ultima di cinque fratelli, vive per la famiglia e per l’equitazione. L’esclusivo maneggio in cui lavora, alle porte di Milano, è il posto che ama di più al mondo, e mette da parte tutti i risparmi per riuscire a comprarsi Sparkle, un cavallo che ha addestrato per mesi. Tutti i suoi sogni, però, si infrangono alla notizia che Andrea, un ragazzo terribilmente bello e ricco, ha offerto più soldi e ha acquistato il cavallo che le era stato promesso. Elisa non si dà pace e riversa su di lui tutto il suo risentimento. Ma Andrea è davvero così freddo come sembra, o sotto il ghiaccio si nasconde qualcosa di diverso? Un imprevisto, un accordo e un’inattesa amicizia con il nemico permettono a Elisa di scoprire che il ragazzo, in realtà, possiede delle qualità inaspettate… Una storia sull’amore in tutte le sue declinazioni, e sui sentimenti che, come fiori selvatici, crescono in silenzio, senza che nessuno li annaffi.  
«Adoro Bianca Marconero! Mi piacciono la sua sottile ironia, il linguaggio parlato, la convincente capacità di immedesimarsi nel punto di vista maschile, il fatto che non ammicchi mai al lettore ma che riesca sempre a conquistarlo.» 

Bianca Marconero 

è lo pseudonimo di una scrittrice di Reggio Emilia. Ha lavorato come redattrice per periodici per ragazzi e poi è approdata alla scrittura creativa. Con la Newton Compton ha pubblicato La prima cosa bella, L’ultima notte al mondo, Ed ero contentissimo e Un altro giorno ancora. 


  
Sedottissimi in anteprima per voi abbiamo letto il nuovo libro di Bianca Marconero .
Vorrei davvero dirvi tanto di questa storia ma dovrò ridimensionare i miei pensieri perché lo spoiler è dietro l’angolo o meglio tra le righe e invece dovete gustarvi questo libro pagina dopo pagina. 
Vi dico solo che le mie colleghe “fulminate enjoy”, e non solo loro,  hanno dovuto sopportare i miei scleri per un giorno intero cioè per il tempo che ho impiegato per leggere e considerata la mia proverbiale lentezza nella lettura  dirvi che l'ho praticamente divorato può solo farvi ben pensare. (Ah! no, le mie colleghe hanno dovuto sopportarmi anche il giorno dopo! Perché questo è uno di quei libri che ti lasciano  con gli occhietti a cuoricino per giorni *_*) 

Vi ho incuriosito?  bene ! 
Vi dirò  solo: leggetelo! !! 

Scherzavo !!!! Ovviamente volete sapere qualcosa in più allora partiamo subito con lei: 
Elisa, la protagonista indiscussa della storia. 

Una diciannovenne tosta e fantastica. 
L'ho amata dalla prima all’ultima pagina. 
Ha dovuto sopportare molte perdite nella vita e decisa a non farsi abbattere dagli eventi resta una tosta di carattere con un unico suo punto fermo, 
non innamorarsi, non mettere più a repentaglio dalla vita e le sue brutture il suo cuore. 
Ormai non crede più nell'amore o forse ne ha paura ma proprio per questo si abbandona a storielle da niente e a vivere solo avventure.
"Con Sebastiano sono stati fuochi d’artificio. Ma, si sa, le cose belle non durano. Sebastiano, purtroppo, ha cominciato a telefonarmi.
E quella che più conta per me è che sia chiaro, lapalissiano, che non voglio rogne sentimentali. Non voglio cioccolatini a San Valentino e non voglio la telefonata della buonanotte. Non voglio un ragazzo tutto mio. Non sogno marito e figli."

Così giovane e pure già determinata a non far entrare più di tanto le persone nella sua vita, che siano amici o qualcosa di più, tutto deve restare fuori da quel numero 5 che ha tatuato sul braccio. 
Che rappresenta le persone che sono la sua famiglia: lei è i suoi fratelli. 
(I suoi fantastici fratelli direi) 

«Tu ti sei fermata a cinque, Elisa. Cinque
persone, tu e i tuoi fratelli. Questa è la famiglia, il cerchio magico. Magari all’inizio l’hai alzato per proteggerti, ma ora ci sei intrappolata dentro. Hai chiuso fuori il mondo intero, e neanche lo vedi se qualcuno prova a entrare, neanche ti sforzi di capire».
Una giovane ragazza che ha tatuato sulle sue braccia gli avvenimenti più importati della sua vita.  
Unico suo amore, tramandato dai sui genitori, sono i cavalli.  
È lei la persona che mi ha spiegato cos’era un
“binomio”. Diceva di aver smesso di essere lei, dopo l’incontro con papà. Di aver smesso di essere lei, quando siamo nati noi. E infine che non era lei quando montava in sella.ma anche io smetto di essere solo io, quando salgo in sella.
Il maneggio dove lavora e si allena è  la sua seconda casa e nonostante sia uno sport considerato per ricchi e lei tutto è  tranne che ricca, riesce comunque, con il suo talento e la voglia di non mollare, a essere una delle migliori nelle gare con il suo o quasi suo, cavallino Sparkle.  
Tutto cambierà quando il signor Serpieri le soffierà sotto il naso proprio il suo cavallo, perché si sa,delle volte i soldi possono tutto. 
A questo punto l’odio per lui: Andrea Serpieri figlio della persona che e riuscito a distruggere  i suoi sogni, sarà insormontabile. …Bhe più o meno! 
 "Andrea Serpieri: un metro e così tanto che
ci vuole una scala, occhi fastidiosamente blu, ricci biondi di quelli che tolleri giusto sulle teste dei mocciosi"
Perché lui che ha già tutto voleva proprio quel cavallo? e poi perché farà di tutto per avvicinare Elly quando invece lei lo odia? 
"Questo ragazzo è mostruosamente
intelligente. E incredibilmente bello. Già. Dopo il weekend in Toscana, mi sono diventate chiarissime due cose: la prima è proprio che lui è bellissimo, la seconda è che la sua bellezza non mi riguarda."
Ecco ora potrei anche rispondere a queste domande e anche alle altre che vi sorgeranno durante i primi capitoli del libro. 
Ma no! 
Dovrete scoprire tuuttto solo leggendo e dovrete provate durante la lettura tutte le emozioni che ha suscitato in me. 
Amore, odio, stupore, paura, adrenalina e tanto altro ancora fino all’ultima pagina. 

Scritto dal punto di vista di Elisa scoprirete il suo modo di vedere le cose ed è assolutamente fantastica.  
"C’è chi silenzia la propria rabbia e la coltiva nel tempo, c’è chi sbraita un casino e se ne libera subito. Ecco: io sono una spina nel fianco, ma non porto rancore."

Avrei preferito leggere anche il pov di Andrea? Forse alcune volte si ma credo che invece è  un personaggio così misterioso e introverso che compensa l'esuberanza di Elisa. 
«Perché se è vero che puoi offendermi e mettermi in imbarazzo e io preferirò comunque stare con te, piuttosto che senza, se mi tocchi Bianca cambia tutto. Non ti permetterò di ferirla».
 E tra le altre cose, lui è circondato di donne, che in una maniera o nell'altra faranno parte della storia.



Due caratteri diametralmente opposti che faranno scintille in tutti i sensi. 
"«Io ho pensato che eri tu», scandisce. «Eri quella con cui chiudersi in camera», mi dice, la voce spezzata, «l’unica che avrei sbattuto contro un muro».
«Cioè, scusa», ci penso un attimo, scuoto la testa. «Mi stai dicendo che…». «Che con te la voglia ce l’ho sempre»."
Più di una volta avrei voluto strozzare lui e la sua “compostezza”e altrettanto lei che come un tornado non è  riuscita a vedere o forse non ha volto vedere, oltre il suo naso. 
Così concentrata a non voler soffrire a tutti i costi che alla fine come ne uscirà ? 
"L’ostacolo è ora alle spalle del binomio, è stato superato. L’ebrezza del volo si dilegua, ma non c’è tempo per la nostalgia. Tutte le cose belle finiscono. L’importante è che, nel mentre, non ci si sia fatti troppo male."
Mentre leggevo sono rimasta con il fiato sospeso molte volte o meglio, direi fino alla fine. 
Scritto in modo impeccabile, leggero e comunque mai pesante nonostante i “tanti” avvenimenti della storia (Bianca giuro, mi hai fatto prendere un colpo da restarci stecchita più di una volta!te possino! !) 
Ovviamente non posso dire null’altro se non le mie emozioni. 
Dovrete scoprire  Andrea e Elisa e tutti i suoi fantastici fratelli, che ho adorato, solo leggendo (Aah io spero in un libro con “uno” dei suoi fratelli *_*) 
Vi lascio con una domanda:
Sarà capace Elisa di modificare il  sua unico punto fermo, quel numero 5 tatuato sulla sua pelle? 
Lo scoprirete...... ma solo alla fine!!! 
"Non è facile accettare di non aver capito nulla, quando si credeva di aver capito tutto. Non è facile.."
Super Sedottissima anche questa volta ! 







Card tratte dalla pagina dell'Autrice Bianca Marconero

Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Perché la notte appartiene a noi di Amabile Giusti - Recensione in Anteprima -

È subito l'alba (Angeli caduti Vol. 2) di Angela White - Recensione -

Il mio posto è con te (Club 24 Vol. 1) di Kimberly Knight - Recensione -